sabato 23 maggio 2015

il saluto del merlo



credits


Un po come i figli..che ad un certo punto prendono il volo..con o senza la nostra approvazione..
Anche i miei piccolini sono andati..


verso la loro vera vita
Fatta di libertà..di ali come strumenti viaggianti..di caccia e di natura
Non si possono fermare.. come il tempo
Non si possono tenere con se..

Mi ero affezionata..avevamo i nostri rituali..le finestre aperte..loro nascosti e protetti tra rami segreti di edera..
C’era la vita…ed ho ammirato questo spettacolo

Ed oggi..questo sabato mattina..sono andati..il paffuto..si è fermato sull’arco di ferro..quello del glicine e del lillà..se ne stava li accovacciato..a guardar dentro..
Per un po è stato li..a farsi guardare..a salutarmi..a dirmi addio 
Vai piccolino..vivi..e si felice
Magari..se ti trovi a ripassar di qui..fermati e salutami..
io ti aspetterò
Lisu

3 commenti :

  1. Bella questa storia...ci solleva....Grazie
    Lorenza

    RispondiElimina
  2. Grazie, la natura è' vicina a noi molto di più di ciò che pensiamo e vediamo

    RispondiElimina

grazie per averci lasciato il vostro parere...i vostri commenti ci rendono felici

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...